Matera RESTAURO APERTO

Dal 24 giugno al 26 luglio e dal 2 settembre al 4 ottobre, un itinerario tematico tra le strade del centro antico di Matera, che connetterà i cantieri didattici di restauro
ISCR per la formazione dei propri allievi.

Per celebrare Matera Capitale Europea della cultura 2019 e gli 80 anni dalla fondazione del nostro Istituto, SAF-ISCR propone a Matera, oltre alla mostra “la MATERiA del RESTAURO”, visitabile su prenotazione presso la sala espositiva della sede di Via L. La Vista 5, un itinerario tematico tra le strade del centro cittadino, che connetterà i cantieri di restauro finalizzati alla formazione dei propri allievi aperti al pubblico su prenotazione.

La SAF-ISCR Matera accoglie circa cinquanta studenti, di provenienza geografica eterogenea, altamente selezionati per mezzo di un rigido concorso di ammissione; essi intraprendono il Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali di durata quinquennale, al termine del quale acquisiscono il diploma di Laurea Magistrale e l’abilitazione all’esercizio della professione di Restauratore. Gli allievi frequentano due Percorsi Formativi (PFP1 e PFP2) paralleli che, sovrapponendosi per i corsi teorici (di carattere umanistico, tecnico e scientifico), si distinguono invece per le materie trattate nei corsi di carattere pratico. Se nel percorso 1 è affrontato il restauro dei materiali lapidei -naturali e artificiali- dei dipinti murali e dei mosaici, nell’altro si approfondisce la conservazione delle opere su supporto ligneo -tavole e scultura policroma-, dei dipinti su tela e dei materiali di sintesi, caratteristici questi ultimi dell’arte contemporanea. Oltre all’attività didattica svolta in aula e in laboratorio durante il corso dell’anno, in estate gli allievi sono chiamati a partecipare a dei cantieri di restauro, nei quali mettere in pratica le competenze acquisite.

Per i cantieri didattici 2019, l’intero corpo studentesco della Scuola di Alta Formazione ISCR, circa 110 allievi provenienti sia della sede di Matera sia da quella di Roma, sarà coinvolto in questa iniziativa. In caso di particolari precauzioni conservative, alcune opere d’arte saranno restaurate nei laboratori ISCR di Matera che, aperti anch’essi al pubblico, potranno entrare nel circuito di visita assicurando un’ancora maggiore integrazione tra ISCR e città.

Il visitatore avrà la possibilità di assistere “dal vivo” agli interventi di restauro in corso. Il pubblico sarà guidato nell’osservazione delle diverse fasi dell’intervento di restauro e nella comprensione delle azioni eseguite, acquisendo consapevolezza dell’impegno e della professionalità che un intervento conservativo richiede.

 

 

Prenotazioni https://www.eventbrite.it/

 

 

planimetria materaA3

 

L'elenco dei cantieri aperti:

 

24 giugno - 26 luglio

Chiesa di S. Francesco d'Assisi, Acquasantiere medievali di maestranze pugliesi;

Cattedrale della Madonna della Bruna e di S. Eustachio, Dipinti murali medievali dagli scavi nella Cappella del Presepe;

MUSMA - Museo della Scultura Contemporanea Matera, Duilio Cambellotti, Tages - opera in gesso (1932);

Laboratori SAF-ISCR Matera, Luigi Guerricchio, Poco a molti, non molto a pochi - mosaico (1964);

 

2 settembre - 4 ottobre

Laboratori SAF-ISCR Matera, Gaspare Gasparini, Madonna con Bambino, S. Girolamo e S. Nicola da Tolentino (1574-1576);

Chiesa di S. Francesco d'Assisi, Stefano da Putignano, S. Antonio da Padova - scultura lignea (1500-10 ca.); altare ligneo (1671);

MUSMA - Museo della Scultura Contemporanea Matera, Wilfrid Zogbaum, Endeavour Shoal - scultura in acciaio e pietra (1964);

Museo Archeologico Nazionale "Domenico Ridola", Pittore di Dario, Cratere a Mascheroni (IV secolo a.C.);

Museo Casa di Ortega, Guido Strazza, Grande Meridiana I (1961).

 

 

Prenotazioni https://www.eventbrite.it/

 

 

Il progetto è realizzato in collaborazione con

loghi